Glenda Dollo



Dicono di me

77750-200
77750-200

Attraverso un deciso e ben impostato lavoro cromatico, l'artista Glenda Dollo concentra la sua attenzione sull'uso del colore, centro emozionale della sua ricerca. L'artista ci regala un'opera da interpretare, il cui mistero, dev'essere svelato dall'astante attraverso un'analisi visiva personale. Un'opera che possiamo definire cosmica, che esprime essenzialmente la complessità dell'arte attraverso il potere espressivo del colore. La realtà si traduce, nell'arte dell'artista Dollo, in segno e colore puro dalla forte valenza espressiva.

Una pennellata, decisiva in un percorso informale, con ottimi accostamenti tonali nella percezione creativa del suo inconscio.
Espressioni cromatiche nate da riflessi di astrazione e segmenti gestuali, con aperture di nuovi percorsi creativi.

MARIAROSARIA BELGIOVINE

PAOLO LEVI

77750-200
77750-200

La dimensione espressiva in cui si colloca la pittura di Glenda Dollo è indice di una ricerca accurata, appassionata e seria che offre un contributo originale alla cultura estetica nel suo perenne divenire. La pittrice ha scelto una strada difficile ma affascinante, una gestualità creativa personale, da cui non sono esclusi spunti figurali, monocromatici, stesi in modo volutamente preciso, che ci fanno intravedere ora melodici accordi e ora dissonanze.


La comunicazione pittorica tende a realizzare una piena sintonia fra il mondo espressivo dell'artista e quello dell'osservatore.

Ha contribuito ad impreziosire le sale del Museo Sciortino attraverso un io creativo colto e ricercato. Un modus operandi che è testimonianza di un talento artistico innato, capace di trasmettere un'intensa forza comunicativa dove ragione e sentimento si fondono in connubio di perfetta unità e coerenza.

SANDRO SERRADIFLACO

ELENA CICCHETTI

77750-200
77750-200

Il cromatismo libero della Dollo rovescia, venti caldi sulla tela, le emozioni paniche dirette, senza la mediazione del tratto grafico, senza il filo rilegante e relegante del pensiero razionale. Il gesto emotivo e tonico-cinetico dell'artista investe il supporto dell'intensità dei paesaggi aerei e vibrazionali della pelle, lasciando il peso della gravità. Lo spazio e il tempo non sono resi che in un ritmico staccato, dal gioco in battere e levare sincopato del trovarsi e perdersi ancora, slegato da ogni cosa superflua che gravi sul compiacimento percettivo di un'improvvisazione musicale.

La poetica oltre l'immaginario nei dipinti dell'artista Glenda Dollo.


Intensamente espressiva nel vigore emozionale del colore e nell'impostazione grafica è la splendida arte pittorica dell'artista Glenda Dollo che percorre l'idea astratta della forma nell'espressione di evocazione kandinskiana, mescolando questo orientamento con il filone Surreale, dove la geometria di base, attraverso incastri, sovrapposizione di piani prospettici, diviene magica in una nuova spazialità cosmica. Ecco che allora i suoi dipinti sono come uno stato d'animo: una fuga dei pensieri che percorrono l'immaginario collettivo, in cui la dialettica tra luce e oscurità, materia e trasparenza, visibile ed invisibile, determina visioni oniriche e cinetiche nella dimensione illimitata del pensiero, oltre la concettualizzazione dell'immagine. La sua pittura è fatta di sensazioni sfuggevoli, ma intense, dove la fantasia creativa interpreta la metafisica delle cose che vivono di una loro segreta realtà nella sospensione del tempo che trascende lo spazio negli azzurri infiniti. Ecco perché, la complessa trama pittorica diviene pregna di significati metafisici e simbolici nella metamorfosi del reale, dove una nuova geometria che si coniuga con la pulsione del sentimento, pervade ambientazioni astratte in un movimento fisico e psichico, tra luce e oscurità, rigore mentale e fantasia del reale. In tal modo, l'orientamento grafico e cromatico svela nell'immediatezza estemporanea l'armonia delle immagini con l'alternanza di linee e piani che si dissolvono nei brillanti tonalismi, mentre primeggia un complesso ordito cromatico che indica un'unità concettuale. La libera sperimentazione della forma e del colore, quindi, diviene una nuova rivelazione della realtà, un'analisi sulla stessa struttura psico-organica, dove lo studio degli oggetti rappresentati in un costrutto geometrico ne decanta la loro enigmatica realtà in sogni tridimensionali. Essi si compongono e si ricompongono nella fervida creatività di Glenda Dollo, come se fossero oniriche trame materiche, mentre inseguono forme immaginarie. E proprio, le suggestioni cromatiche e geometriche alludono alla riflessione esistenziale che si rivela nella rappresentazione surreale, traducendo le vibrazioni d'animo in un'interpretazione simbolico-espressionista nel linguaggio pittorico, che supera i dettami accademici e si carica di un vigore espressivo nella tensione lirica delle immagini. Sta qui il fascino, davvero unico, nei dipinti dell'artista Glenda Dollo: la tensione verso il sogno, la fantasia e la spiritualità è coinvolgente, dove riesce mirabilmente a coniugare la sua fuga onirica con una sorta di estrema lucidità intellettuale nel perfetto connubio tra fantasia e razionalità, dove la stessa geometria non limita, ma è una spinta ad una nuova immaginazione creativa. Alla fine, le visioni si aprono ad una dimensione ideale, dove i frammenti di vita inseguono forme della poetica dell'immaginario che scaturiscono dalla dimora esistenziale e da un meraviglioso racconto pittorico della memoria, mentre sublima l'arte alla luce del sentimento.

FULVIA MINETTI

77750-200

Arte enigmatica per certi aspetti quella di Glenda Dollo, non consolatoria, né votata alla contemplazione, tuttavia affascinante e capace di indurre rilevanti riflessioni. Una pittura decisa nell'estendere il colore, sviluppando linee morbide, inserendovi coloriture con gradualità tonali, creando equilibri non convenzionali, ma lasciando il posto alla fantasia e all'osservazione. Tecnica che l'artista padroneggia con estrema disinvoltura, infondendovi la linfa vitale del suo pensiero, delle sue emozioni e del suo lirico sentire.

ELENA CICCHETTI

77750-200

L'artista ci offre personalissime interpretazioni del colore, suggestionato da percorsi tonali monocromatici. Trasparenze e venature offrono mutevoli evidenze, depositati dal suo racconto memoriale, progettato a livello inconscio ed elaborato nei termini di concretezza informale e visivamente offerto come protagonista delle sue molteplici suggestioni creative.

MARIAROSARIA BELGIOVINE

CARLA D'AQUINO MINEO

Glenda Dollo




M. +39 3931886620

E-mail: glendadollo@gmail.com

Ho iniziato a disegnare da bambina e continuato per tutta l'adolescenza.  L'uso del colore mi affascinava e mi affascina.

SITO REALIZZATO DA FLAZIO EXPERIENCE

GLENDADOLLO.COM  |  ALL RIGHT RESERVED 2017

Create a website